Tempo

Alla photo gallery di Tempo

Se la nozione di tempo cronico nasce nell’uomo dall’osservazione del mutare degli eventi, quella del TEMPO di "Projekt Apfelsaft&Wienershnitzel", nasce dall’intuizione di utilizzare la fotocamera come una Macchina a tempo. Si tratta di un processo che utilizzerebbe il tempo come elemento di propulsione statica. Se, com’è noto in fisica, per passare da uno stato di quiete ad uno di moto occorre l’applicazione di una forza, così per mantenere la staticità immersi in una realtà turboagonistica e flash/speedipendente, occorre come contrappunto un propulsore adeguato.

"Projekt Apfelsaft&Wienershnitzel", utilizza per questa operazione il fattore tempo fotografico, nella sua accezione di catalizzatore di attenzione. Come una boa nel flusso della corrente ne misura, in virtù della sua fissità, le mutazioni di direzione ed intensità, così la scelta di una registrazione quotidiana di microeventi ci rivela il rituale mantrico della realtà. Il progetto TEMPO tramuta il flusso delle cose da lineare a ciclico e stagionale. Umore e liquidità attorno al cardine di un’inquadratura ancorata ad est, un passo fuori dall’uscio del negozio di apparecchi fotografici, dove Marcus Gabriel sceglie l’occhio meccanico più adatto tra i tanti possibili, tra i molti in attesa. Diego Mele, stampa con rara onestà setacciando il negativo per sollevare delicatamente il velo di opacità del momento presente, cristallizzando, focalizzando, finalizzando sulla carta lo scopo principe della fotografia che consiste da sempre in un atto di umile registrazione.

Carlo Andreasi 2010

PDF leggibile e Flyer scaricabile liberamente